Grelina

La grelina, chiamato anche l’ormone della fame, riveste un ruolo molto importante nell’economia del nostro organismo, regolando appunto la fame ma anche la distribuzione ed il tasso di utilizzo d’energia, insieme alla leptina.

La grelina, è un ormone peptidico, secreto nello stomaco ed esercita il suo ruolo di booster della fame tramite la sua azione sul sistema nervoso.

Il suo ruolo da stimolatrice della fame, avviene grazie alla sua azione sull’ipotalamo (struttura del sistema nervoso situata all’interno dei due emisferi cerebrali). Possiamo dire che l’ipotalamo, sia il grande regolatore del senso di fame, della sazietà, e della sete. Esso viene condizionato da ormoni, quali appunto la grelina.

Esercita inoltre, esercita la sua funzione grazie ad un azione molto importante sulla via mesolimbica (dopaminergica-colingergica), cioè una via dopaminergica situata all’interno del cervello. Questa via, è deputata al classico senso di “ricompensa” e di piacere indotto dal cibo e non solo. Essa spinge dunque, alla ricerca del cibo e alla voglia di ottenere il così detto senso di ricompensa.

La sua secrezione, aumenta in mancanza di cibo, con una diminuzione della leptina che invece risulta essere un ormone inibente della fame.

Quando invece, lo stomaco si distende per via di un intake come quello del cibo, la secrezione della stessa, cioè la grelina, tende a diminuire. Diminuendo così anche la sensazione della fame.

grelina

Meccanismo d’azione della grelina

La grelina, come abbiamo appena visto, riveste un ruolo fondamentale nella nostra sopravvivenza, fino dall’alba dei tempi. Il meccanismo, è ben più complesso di ciò che sembri.

Nel “sistema” della grelina, fondamentale è il collegamento stomaco/cervello, in quanto appunto la grelina viene secreta dallo stomaco, per poi agire a livello ipotalamico per stimolare il meccanismo della fame.

La sua azione di stimolatore della fame, sembrebbe mediata dal suo legame con il neuropeptide Y principalmente nel nucleo arcuato e nel nucleo paraventricolare dell’ipotalamo. Neuropepeptide che è un polipeptide formato da 36amminoacidi che svolge un ruolo nella regolazione della vasocostrizione, nella regolazione della pressione sanguinia e nell’angiogensi. Tuttavia però, è un forte agente oressigeno, cioè aumenta la fame.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12597862

Svolge purtroppo, un ruolo importante anche nel meccanismo di ricompensa mediato dall’assunzione di bevande alcoliche. Avendo dunque un ruolo anche all’interno della dipendenza da alchool.

Limitarsi tuttavia, al ruolo della grelina sul meccanismo della fame e dell’alcool, risulta essere un errore al giorno d’oggi.

Difatti la grelina, è in prima fila nella regolazione dell’omeostasi del glucosio, processo molto complesso, mediato da numerosi fattori. La grelina ha un ruolo in ciò, regolando negativamente l’insulina. Ciò avviene tramite un meccanismo di regolarizzazione della proteina di disaccopiamento mitocondriale 2 (UCP2), al’interno delle cellule b-pancreatiche situate all’interno del pancreas.

Azioni ne svolge anche nella regolazione dell’omeostasi energetica. Direte voi: eh certo, regola l’assunzione del cibo. In verità non è così, o almeno, non si limita solo a ciò. Visto che la grelina, regola anche l’adipogenesi, e la lipogenesi, quindi l’immagazzinamento del grasso, diminuendo anche la lipolisi.

Altro ruolo esercitata dalla stessa, è sul dispendio energetico giornaliero. Uno studio recente, ha esaminato l’assunzione di antagonisti della grelina sui topi. Si è potuto notare da questo studio, come tale fenomeno, abbia portato ad un incremento del dispendio energetico giornaliero nei topini. Ricordiamo che ciò che accade sui topi non è automaticamente predittivo nei confronti degli esseri umani.

La grelina, è inoltre un secretogo dell’ormone somatotropo, dunque dell’ormone del GH, attraverso l’attivazione di specifici recettori denominati GHS-R.  L’asse, Grelina/GHS-R, è ultimamente oggetto di ricerca, in quanto sembrebbe implicata nelle crescita e nella progressione di tumori.

Ovviamente ciò, ha portato a molti e molti studi. Che hanno in parte confermato, l’attività proliferativa della grelina nei tumori. Ciò avviene tramite:

  • Maggiore proliferazione cellulare
  • Inibizione dell’apoptosi

Fu così provato a somministrare degli antagonisti, del GHS-R, i risultati furono così molto interessanti, in quanto una somministrazione di tali antagonisti, promuovere l’apoptosi precoce.

grelina

Immagine presa da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4049314/

 

La grelina, è dunque uno dei tantissimi ormoni all’interno del nostro corpo che rivestono un ruolo molto importante. Capendo e studiando le sue funzioni, possiamo capire la sua importanza anche a livello evolutivo, importanza che ci ha permesso di arrivare fino a qui.

Essa, nasce come ormone della fame, ma nel tempo sono stati evidenziati altri fattori, e così altre possibili applicazioni della stessa.

Molto interessante è il ruolo svolto dalla stessa sull’attività prolificativa dei tumori. La ricerca nei prossimi anni indubbiamente indagherà in merito. Potrebbe dunque in un futuro essere oggetto dell’ambito oncologico, tramite magari una sua inibizione, per il trattamento dei tumori.

Tuttavia, per le prove disponibili attualmente, sarebbe sbagliato trarre delle conclusioni affrettate. Ma possiamo dire con certezza, che siamo di fronte ad un interessante ormone, che deve essere studiato.

Nei prossimi anni, potremmo inoltre vedere la grelina non solo oggetto dell’ambito oncologico, ma anche dell’ambito della biologia nutrizionale, visto il suo ruolo regolatore del dispendio energetico, dell’accumulo di grasso, oltre che della sensazione della fame.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4049314/

Leptina e grelina

Sia la grelina, che la leptina come abbiamo potuto notare, sono degli ormoni che regolano l’intake del cibo. Tuttavia, anche la leptina svolge un ruolo nella regolazione del dispendio energetico oltre a quello di regolatrice del senso di fame.

Si può dire, che sono due ormoni che collaborano per ciò che riguarda lo stato nutrizionale del nostro corpo.

Possiamo riconoscere la leptina come un regolatore dell’omeostasi energetica sul lungo periodo mentre la grelina un ormone ad azione estremamente rapida.

Questi due ormoni, sono tuttavia governati da molteplici fattori. E bisogna anche specificare, che vi sono ancora altri regolatori della fame oltre la grelina e la leptina come ad esempio la coleocistochinina.

Nei soggetti obesi, tuttavia possiamo riscontrare leptina alta (anoressizante) e grelina bassa (oressizante) ma perché allora gli obesi hanno tutta sta fame? Beh, perché gli obesi sono appunto per la loro condizione, leptino resistenti, che altro non è che appunto una resistenza alla leptina.

grelina

Immagine presa da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4049314/

Applicazioni pratiche

Un articolo che si rispetti, deve avere anche delle possibili applicazioni pratiche. Chi vuole agire sulla grelina, o chi deve agire sulla grelina, in qualità d’agonista, è perché ha bisogno di aumentare lo stimolo della fame.

Dunque, come poter aumentare la fame?

MK-677: O anche Ibutamoren. Un GH secretogo,  esso viene immesso nella categoria dei Sarms, anche se non si può definire veramente un SARMs. Tale sostanza, sconosciuta fino a poco tempo fa, è in grado di aumentare considerevolmente la fame (non in tutti). Ma questo perché avviene? Beh, semplice, la sua azione di GH secretogo, avviene tramite la stimolazione e l’aumento di grelina. Questo può dunque far capire il perché assumere tale sostanza, porti ad un aumento della fame, che come ripeto, non è riportato in tutti i consumer. Il dosaggio mediamente utilizzato è di: 20-30MG.

Cannabidiolo: In verità, il cannabidiolo sembrebbe  essere implicato in un processo diverso rispetto a quello della grelina, cioè tramite l’azione sugli endocannabinoidi. Tuttavia, grazie alla sua azione sui cannabionidi endogeni, e così, sulla stimolazione della fame, ho deciso di includerlo. Il cannabidiolo, possiamo definirlo come la parte “buona” della cannabis. In quanto ha proprietà estremamente positive: anti-ansia, anti-dolore, anti-depressive, anti-proliferative nei confronti di determinati tumori (ovviamente molte sue proprietà sono ancora da confermare sugli umani) E tra questi effetti positivi, possiamo anche trovare l’aumento della fame. Difatti, il cannabidiolo, sembra essere utilizzato anche nel trattamento dell’anoressia nervosa.  Il dosaggio mediamente utilizzato risulta essere estremamente soggettivo.

Altri supplementi, che sono in grado di aumentare l’intake di cibo, tramite un aumento della fame, tramite un azione non conosciuta o indipendente dalla grelina, sono gli omega 3. Anche lo zenzero sembra promuovere la grelina, però non si ha la certezza di ciò, anche se le prove sembrano confermarlo.

Inibitori della fame

grelina

Abbiamo parlato di come aumentare la fame, ma non abbiamo parlato di come diminuirla! Difatti, vi sono degli integratori interessanti, in grado di effettuare un effetto anoresizzante in quanto anti-grelinici.

Hoodia Gordoni: Piccola pianta utilizzata per la soppressione dell’appetito. Soppressione che sembra derivare dal decremento dei livelli di grelina. Purtroppo, negli uomini si hanno poche prove a sostegno di questa tesi, ed inoltre, sembra essere lievemente tossica. Tutti fattori, che non promuovono minimamente il suo utilizzo ed acquisto.

Arancio Amaro:  Anche chiamata Sinefrina, ed è un estratto meno potente rispetto all’efedrina, e sembra inoltre presentare una minore quantità di controindicazioni, con un maggiore profilo di sicurezza. La sua azione, è invece mediata dal suo effetto sui recettori adrenergici. Tuttavia, merita una maggiore quantità di studi. Esso, è legale, e si può acquistare online cliccando qui

Dosaggio consigliato: 30-50MG al giorno, distribuito in 2-3 volte… A digiuno.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4587604/

grelina

 

In questo articolo, abbiamo dunque analizzato la grelina. Conosciuto come l’ormone dalla fame, anche se abbiamo tranquillamente capito, che chiamarlo ormone della fame, vorrà dire sminuire tale ormone secreto dallo stomaco.

Sarà bersaglio di ulteriori studi, anche se è già bersaglio di studi attualmente. Possibili campi d’applicazione possono essere quelli che trattano l’anoressia, l’obesità, ed anche il campo dei tumori, oltre che delle possibili applicazioni come GH secrtogo.

La grelina tuttavia, è solamente uno delle migliaia e migliaia di fattori che vanno a regolare il nostro corpo. Ma nonostante ciò, merita ugualmente attenzione.

La Bibbia della Massa Muscolare, la guida completa che ti aiuterà nell'impostazione del tuo periodo di massa!Voglio saperne di più

Attualmente ci sono 5 miti alimentari che stanno frenando la tua crescita muscolare

Quali sono? Lascia che te lo illustri con un infografica, ti basta semplicemente mettere la tua e-mail, niente spam!

L'infografica sta arrivando