Viagra

Viagra, Dai, diciamoci la verità, chi non conosce questo nome? Chi non conosce la celebre pastiglietta blu? Pastiglietta che gode di numerosissimi riferimenti cinematografici, discografici.

Il viagra, è comunemente conosciuto per le sue proprietà che riguardano il problema della disfunzione erettile, ma viene anche utilizzato come enhancer delle performance in persone che non sono afflitte da questo problema. E di tutto ciò ne parleremo a breve.

Voglio però parlarvi anche del possibile utilizzo del sildenafil, all’interno dello sport, del bodybuilding e non solo.

Siete pronti per scoprire la pillola blu ed i suoi lati più oscuri e meno conosciuti?

Viagra effetti, la verità

Sildenafil o viagra, sono i nomi che possiede il farmaco più conosciuto per il “trattamento” anche se poi non si tratta di un vero e proprio trattamento, della disfunzione erettile.

Il Viagra, non viene solamente utilizzato contro la disfunzione erettile, ma negli USA e non solo viene spesso utilizzato nel trattamento dell’ipertensione arteriosa polmonare. Condizione nella quale la pressione del sangue all’interno dei polmoni, è sopra elevata. Ciò può dunque portare solitamente:

  • Mancanza di respiro
  • Sincope
  • Stanchezza
  • Dolore toracico
  • Battito cardiaco accelerato

Sono sicuro che molti di voi, saranno stupiti, e che in pochi sanno di questo secondo utilizzo del sildenafil. Adesso quindi, scopriamo come funziona e “come fa” ad agire.

Disfunzione erettile

La disfunzione erettile, o l’impotenza, è un problema che colpisce numerose persone. Ed altro non è che il non raggiungimento dell’erezione. Questo può essere dovuto a numerosissime cause, di cui non parlerò in maniera specifica all’interno di questo articolo.

Affinché, il meccanismo di funzionamento del sildenafil sia pienamente compreso, è corretto sapere il funzionamento di questo corpo cavernoso.

Come funziona dunque l’erezione?

Quando vi è un “sex stimuli” cioè una stimolazione sessuale, utilizza due sistemi di comunicazione.

  • Stimolazione diretta del pene: quando l’asta viene toccata, c’e uno stimolo locale, con conseguente erezione causata dal meccanismo di comunicazione dei nervi periferici con il midollo spinale, e così con il cervello. Ciò dunque porta ad un locale rilascio di ossido nitrico, provocando così una vigorosa erezione.

Robert C. Dean, 2005

L’innervazione del pene è sia autonoma (simpatica e parasimpatica) che somatica (sensoriale e motoria). Dai neuroni del midollo spinale e dei gangli periferici, i nervi simpatico e parasimpatico si fondono per formare i nervi cavernosi, che entrano nei corpi cavernosi e nel corpo spugnoso per influenzare gli eventi neurovascolari durante l’erezione . I nervi somatici sono i principali responsabili della sensazione e della contrazione dei muscoli bulbocavernoso e ischiocavernoso” Se non si fosse capito, i nervi somatici, sono i nervi encefalospinali, tradotto in parole povere quei nervi che si distribuiscono in varie regioni del corpo”

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1351051/

 

  • Stimolazione indiretta: Quando la stimolazione avviene indirettamente cioè per cause di tipo emozionali come appunto l’eccitazione, non era in gioco il sistema nervoso periferico, ma bensì sul sistema limbico. Il sistema limbico è un insieme di strutture cerebrali situata sui due lati del talamo (materia grigia nella parte dorsale del diencefalo)  ed è una raccolta appunto di strutture che comprende: telencefalo, diencefalo, mesencefalo. Esso è coinvolto nella motivazione, nella memoria, apprendimento e memoria. Ed ha uno stretto rapporto collaborativo con il sistema endocrino.

Che cosa succede dunque una volta che ciò è avvenuto? Semplice, avviene la produzione in loco di ossido nitrico. Ah, l’erezione non è veramente un “irrigidimento” nel senso stretto, ma è in verità un rilassamento del corpo cavernoso.

Cartledge J, 2001

Il pene, flaccido o eretto è regolato dal tono della muscolatura liscia. I fattori contrattili simpatici mantengono la flaccidità mentre i fattori parasimpatici inducono il rilassamento e l’erezione della muscolatura liscia. È generalmente accettato che l’ossido nitrico (NO) è l’agente principale responsabile del rilassamento della muscolatura liscia del pene. L’ossido nitrico è derivato da due fonti principali: direttamente dai nervi parasimpatici non-adrenergici non colinergici e indirettamente dal rivestimento endoteliale sinusoidi e vasi sanguigni cavernosi in risposta alla stimolazione colinergica. La generazione di NO da L-arginina è catalizzata da ossido nitrico sintasi ( enzima NOS). Vi è stata una controversia sulla prevalenza relativa della NOS endoteliale o neuronale all’interno del pene di diverse specie animali.”

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11336572

Avete capito dunque? L’ossido nitrico, svolge un ruolo estremamente determinante, nell’erezione. Difatti, è per questo (per gli amici bodybuilder) che per il trattamento della disfunzione erettile, è stata usata anche la L-arginina iniettabile e la citrullina malato, ed altre sostanza con la capacità di stimolare una forte erezione, tramite l’incremento dell’ossido nitrico.

Ah, l’ossido nitrico, non è correlato solamente con il fenomeno erettivo. Difatti, è un agente vaso dilatante (con aumento) in tutto il nostro corpo, svolge dei ruoli determinanti all’interno del ciclo del capello, e nell’aggregazione ed adesione piastrinica.

Dunque, da ciò possiamo capire, come il sildenafil, agisca sull’ossido nitrico… Ah no aspetta!

Il viagra, non agisce in verità sull’ossido nitrico, ma in verità su un enzima. Anzi, dire che non agisce sull’ossido nitrico è incorretto, perché comunque è in grado di aumentare le concentrazioni dello stesso, diminuendo il tasso di lisi dello stesso.  Ma prima bisogna parlare di un paio di cose. Cioè?

C’e un altro processo, che va conosciuto. Difatti, la stimolazione dell’ossido nitrico è solamente una piccola cosa, di un meccanismo ben più complesso.

cGMP (Monofosfato di guanosina ciclica) è un nucletoide cioè una molecola organica, ed ha un ruolo molto importante, nel rilassamento del pene. Essa interviene grazie all’aumento dell’ossido nitrico endoteliale nel pene. Provocando così una portentosa erezione. Ciò avviene, grazie a dei meccanismi processi, che coinvolgono l’aumento del calcio intra-cellulare.

Vi starete dunque chiedendo, allora come agisce il sildenafil? Ancora un attimo e ci arriviamo.

Esiste un enzima la fosfodiesterasi di tipo cGMP di tipo 5. Questo enzima, altro non fa, che scomporre il cGMP, riducendo così l’erezione.

Quindi, il viagra, risulta essere un inibitore di questo enzima, cioè un inibitore del PDE5. Se avete dunque brevemente capito, il funzionamento del meccanismo erettile, avrete anche capito come agisce il sildenafil, da dove prende così la sua funzione.  Ah, ovviamente il sildenafil non aumenta solamente l’afflusso di sangue nel pene, ma anche nei tessuti lisci in generale.

viagra

Viagra per l’uso ricreativo

Ultimamente, si sta diffondendo sempre di più l’utilizzo del sildenafil, per scopi ricreativi. Cioè di divertimento, con la propria ragazza e da soli.

Solamente che sembra che la sua assunzione a 25MG circa (le dosi arrivano a 100MG) non migliorino nei soggetti sani la performance sessuale. Questo sembra essere confermato dall’evidenza empirica dei fatti.

Mondaini N et al, 2003

“Dopo aver completato il questionario IIEF-5 (questionario utilizzato nell’andrologia ed urologia”, i pazienti sono stati randomizzati in doppio cieco per ricevere una compressa da 25 mg di sildenafil (gruppo 1) assunta prima del rapporto sessuale o una compressa placebo identica (gruppo 2). Tutte le materie hanno completato un questionario relativo alla loro qualità erettile. Non ci sono state differenze tra i due gruppi nel miglioramento della qualità di erezione, 12/30 sildenafil vs 10/30 placebo”.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12904810

Controindicazioni viagra

Negli anni, le controindicazione del viagra sono state centro di forti e violente discussioni all’interno della comunità scientifica. All’inizio, la si dipingeva come la pillola della morte, mentre negli ultimi anni, la comunità scientifica, ha rivalutato i suoi effetti collaterali. Che vi mosterò appunto in questo studio

Jackson G, 2006

Il citrato di sildenafil rilassa la muscolatura liscia vascolare, con conseguente modesta riduzione della pressione arteriosa insufficiente a stimolare un aumento riflesso della frequenza cardiaca. Queste riduzioni della pressione arteriosa sono simili per uomini e uomini sani con malattia coronarica (CAD) o che usano farmaci antipertensivi. Il viagra non influenza la forza della contrazione cardiaca e la prestazione cardiaca non viene alterata. Il sildenafil è moderatamente vasodilatatore nella circolazione coronarica e non aumenta il rischio di aritmia ventricolare. Durante l’attività fisica e il recupero, il viagra non causa alterazioni clinicamente significative nei parametri emodinamici negli uomini con CAD e non ha effetti negativi sul consumo di ossigeno coronarico, sull’ischemia o sulla capacità di esercizio. Dati di studi clinici da> 13.000 pazienti, 7 anni di dati post-marketing internazionali e studi osservazionali su> 28.000 uomini nel Regno Unito e 3813 uomini nell’Unione europea rivelano che non ci sono particolari preoccupazioni cardiovascolari quando il sildenafil è usato in conformità con l’etichettatura del prodotto e  il rischio di eventi gravi come infarto miocardico o morte non è aumentato. Tuttavia, poiché la sicurezza non è stata stabilita in pazienti con recenti eventi cardiovascolari gravi, ipotensione o ipertensione non controllata, o retinite pigmentosa, i medici devono consultare le loro attuali informazioni sulla prescrizione locale prima di prescrivere sildenafil per questi pazienti.”

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17011375

Secondo questa analisi scientifica, il sildenafil non rappresenterebbe un vero e proprio problema per il cuore. Mentre nei pazienti che hanno avuto problematiche cardiache, non si sa attualmente. Tuttavia, io vi dico sempre, di consultare sempre prima di intraprendere una cura, o semplicemente iniziare ad assumere un farmaco di consultare sempre prima il proprio medico curante, o il proprio specialista di fiducia, non fate cavolate, si gioca con la propria salute. Inoltre, non possedendo il full-text dello studio, non so e non vi posso dire il dosaggio che è stato utilizzato in questa prospettiva scientifica. Tuttavia, il viagra non è comunque esente da effetti collaterali che sono:

  • Rossore
  • Indigestione
  • Congestione nasale
  • Visione alterata (raro)
  • Visione offuscata (raro)
  • Cianopsia (raro) sostanzialmente è vedere tutto blu

Sicuramente, effetti rari, da non trascurare. Pertanto sarebbe saggio ed obbligatorio  il consulto del proprio medico curante prima di prendere in considerazione l’assunzione del viagra.

viagra

Erezioni incontrollate

La cinematografia mondiale, ha dato al sildenafil la visione del farmaco in grado di provocare erezioni senza fine, spontanee senza alcuna stimolazione sessuale. Beh, purtroppo o per fortuna non è così.

Essendo un PDE5 inibitore, affinché esso appunto esplichi la sua funzione, si necessita assolutamente di uno stimolo sessuale, affinché l’ossido nitrico interagisca con il cGMP. Mi dispiace, riponete le vostre speranze.

Viagra nel bodybuilding

Voglio partire dallo sport in cui io sono specializzato cioè il bodybuilding.

Il viagra è utile nel bodybuilding?

Il sildenafil nel mondo del bodybuilding, è un farmaco sempre più in voga negli states. Vi starete chiedendo, ma per che cosa viene utilizzato? Beh, semplice il viagra viene utilizzato per promuovere la vasodilatazione.

Ed allora voi vi starete chiedendo, ma come a promuovere la vasodilatazione se agisce sulla muscolatura liscia?

Beh, l’enzima che ha la funzione di idrolizzare il cGMP, è presente in quantità minori anche all’interno della muscolatura scheletrica, promuovendo così appunto una vasodilatazione muscolare. Oltre a ciò, è in grado di diminuire la pressione ed il carico a carico del miocardio, producendo così un effetto sistematico aggiuntivo vasodilatatore.

gruppo

Sintesi proteica

Ma il viagra non finisce mai di stupire! Perché sembrebbe svolgere un ruolo anche sulla sintesi proteica muscolare.

Sono stati dunque somministrati a 15 soggetti, bassi dosaggi giornalieri di sildenafil. Lo studio era in doppio cieco, quindi erano presenti delle persone che assumevano anche il placebo.

Risultati: Dopo 8 giorni, sono state effettuate delle analisi sui soggetti che assumevano viagra, e chi non lo assumeva, ed è stato visto che chi assumeva il sildenafil, aveva delle prestazioni tendenzialmente migliori rispetto a chi non le assumeva. Inoltre, sembra alla fine dell’analisi, che chi assumeva sildenafil, aveva una sintesi proteica SIGNIFICATIVAMENTE più alta rispetto a chi non lo assumeva.

Tale aumento della sintesi proteica, sembra verificarsi con l’assunzione esogena di testosterone (200Mg settimanali) che comunque non sono tantissimi.

Un’altra cosa molto interessante che è stata notata, è un aumento della biogenesi mitocondriale, meccanismo (Ossido nitrico-cGMP) difatti, l’assunzione di viagra ha portato ad una perdita di peso per via dell’aumento metabolico. Questo non è dovuto solamente al’aumentata biogenesi mitocondriale, ma probabilmente anche all’aumentata sintesi proteica. Tuttavia, non si sa se l’uso in cronico del viagra, porti a degli adattamenti al farmaco, che poi portino ad una diminuzione della sintesi proteica/benefici dello stesso. Queste azioni sembrebbero dovute quindi all’aumento dell’ossido nitrico.

Tuttavia, bisogna tenere in considerazione il fatto che lo studio non è esente da limitazioni. Basti guardare il numero ristretto di persone,  la mancanza di dati prestativi e molte altre cose. Tuttavia, confrontando la letteratura, bisogna dire che gli effetti da esso provocato non sono poi così impossibili che si riscontrino effettivamente.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4076819/

viagra

 

Ciclisti e corridori e viagra

Il viagra, sembra essere utilizzato anche dai ciclisti, ma secondo la letteratura scientifica, è utile, sì, ma solo in determinati casi. Ultimamente si sta discutendo difatti per includere il sildenafil nella lista dell’associazione anti-doping.

Un aumentata produzione di ossido nitrico, sembra essere correlata a delle migliori prestazioni in tutti quelli che sono gli sport di resistenza/endurance. Una maggiore stimolazione dell’ossido nitrico è in grado di inibire diversi percorsi enzimatici che permettono di inibire l’eccessiva respirazione mitocondriale, ponendo così un maggiore risparmio di ossigeno. Come sono in grado di confermare diversi studi scientifici.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26447563

In certi casi però, l’utilizzo del viagra, non sembra aver aumentato le prestazioni dei corridori. Per questo viene suggerito l’utilizzo di estratto di vinacciolo, citrullina malato, l-arginina (iniettabile), agamatina, norvelina per l’aumento delle concentrazioni di ossido nitrico, con conseguente aumento delle performance sportive. Ultimamente, anche il succo di barbabietola è entrato in diverse linee guida alimentari per chi pratica gli sport di endurance.

Raul Dominguez et.al, 2017

“Gli atleti usano un’integrazione nutrizionale per migliorare gli effetti dell’allenamento e ottenere miglioramenti nelle loro prestazioni atletiche. Il succo di barbabietola aumenta i livelli di ossido nitrico (NO), che serve molteplici funzioni correlate all’aumento del flusso sanguigno, allo scambio di gas, alla biogenesi e all’efficienza mitocondriale e al rafforzamento della contrazione muscolare”

“Sembra che l’integrazione acuta con succo di barbabietola aumenti la potenza con gli stessi livelli di VO 2. Si tratta di una scoperta interessante per gli atleti poiché è dimostrato che l’economia è un fattore chiave per migliorare le prestazioni cardiorespiratorie aumentando l’efficienza energetica nelle modalità di sport di resistenza. Inoltre, il tempo di esaurimento a diverse intensità (60% -100% VO 2max , MAP o VT1) è un altro parametro di prestazione abituale che viene migliorato con l’integrazione acuta di barbabietola. Tuttavia, non tutti gli studi dimostrano un effetto positivo sulla supplementazione acuta di barbabietola (succo) indicando che l’efficacia della supplementazione di nitrato acuto sarà attribuita a diversi fattori come età, dieta, stato fisiologico e di allenamento e altri parametri come l’intensità, la durata, la modalità di resistenza e condizioni ambientali Sebbene la maggior parte degli studi determini una dose di supplementazione di 6-8 mmol NO 3 – , non è chiaro che questa dose di integrazione possa essere efficace per migliorare le prestazioni cardiorespiratorie nelle modalità sportive come il kayak o il canottaggio”

Purtroppo, sul sildenafil c’e veramente poca letteratura scientifica in merito, ma conoscendo le sue funzioni ed i suoi poteri, possiamo confermare la sua utilità, nell’incremento delle prestazioni sportive, che però non sembra verificarsi sempre nel caso degli atleti di endurance.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5295087/

Disclaimer: Il viagra è un presidio medico farmaceutico, esso può avere degli effetti collaterali anche gravi. Consultare il proprio medico curante prima di assumerlo. Questo articolo è puramente a scopo divulgativo/informativo. Non mi assumo dunque nessuna responsabilità di eventuali utilizzi inappropriati.

Sildenafil al femminile

Una cosa poco discussa è l’utilizzo del viagra nei soggetti femminili. In poche lo sapranno, o forse già lo sapranno, ma il sildenafil o qualsiasi altro pde5 inibitore, dato alle donne ha effettivamente una sua utilità.

Cioè?

Una maggiore quantità di ossido nitrico, e l’attivazione dell’enzima guanilato ciclasi favorirebbe il rilascio e rilassamento delle cellule muscolari lisce provocando così una vasodilatazione ed un aumento del flusso sanguinino al clitoride e alle “labbra” femminili, favorendo inoltre la lubrificazione dei genitali femminili.

Negli USA ad esempio, il sildenafil, viene utilizzato nelle disfunzioni sessuali femminili, che vengono generalmente raggrupate in:

  • Disturbo dell’eccitazione soggettiva: Assenza o sensibilmente con diminuita eccitazione sessuale (eccitazione sessuale e piacere sessuale). da qualsiasi tipo di stimolazione sessuale fisica o mentale. Però, Si verificano ancora lubrificazione vaginale o altri segni di risposta fisica.
  • Disturbo dell’eccitazione genitale: eccitazione sessuale genitale assente o alterata. Si può inoltre verificare, e può includere un minimo gonfiore vulvare o lubrificazione vaginale da qualsiasi tipo di stimolazione sessuale e sensazioni sessuali ridotte da carezze genitali. L’eccitamento sessuale soggettivo si verifica ancora da stimoli sessuali non genitali.
  • Assenza o sensibilità diminuiti e con tanto di eccitazione sessuale diminuita. (eccitazione sessuale e piacere sessuale) ciò da qualsiasi tipo di stimolazione sessuale e lamentele di eccitazione sessuale genitale assente o alterata (lubrificazione a gonfiore vulvare).

viagra

Prima però di ricorrere alla famosa pillolina blu magica, sarebbe corretto valutare con il proprio medico curante la situazione, in quanto il problema delle malattie sessuali che colpiscono le donne come per gli uomini possono essere frutto di problemi ben più gravi.

Assicurarsi prima di tutto, di non avere problemi organici, di non essere stressate o in ansia.

In secondo luogo, una valutazione ormonale, può essere estremamente utile. Valutazione che poi andrebbe discussa con un endocrinologo, per capire la giusta terapia per voi. Alcuni dei possibili esami che andrebbero fatti sono:

  • Estrogeni (estriolo,estrone, estradiolo)
  • Prolattina
  • Testosterone (sì anche le donne hanno valori basali di testosterone)

Questo articolo, risulta essere a scopo puramente divulgativo. E non vi vuole esortare a far uso di tali sostanze/integratori. Prima di prendere la decisione di assumere ciò, consultare assolutamente prima il vostro medico curante. In gioco c’è la vostra salute. Noi non ci assumiamo nessuna responsabilità per un uso incorretto di tali sostanze, o per un suo uso senza un parere di un medico che conosca la vostra storia.

Ti piacerebbe vedere altri contenuti gratuiti? allora vai al mio instagramVoglio saperne di più

Attualmente ci sono 5 miti alimentari che stanno frenando la tua crescita muscolare

Quali sono? Lascia che te lo illustri con un infografica, ti basta semplicemente mettere la tua e-mail, niente spam!

L'infografica sta arrivando